Il Presepe di Mario Andreoli a Manarola

Presepe Luminoso di Manarola

Il Presepe di Mario Andreoli a Manarola, anche noto come Presepe luminoso delle Cinque Terre, si accenderà come ogni anno da sessant’anni al calar del sole l’8 dicembre.

I lavori di preparazione e installazione delle centinaia di personaggi che compongono il presepe luminoso di Manarola vanno ormai avanti da settimane, grazie ai volontari dell’omonima associazione e al gruppo Cai La Spezia, impegnato in fase preliminare anche nella pulizia dei terrazzamenti che salgono fino alla sommità della Collina delle Tre Croci.

Visitare il Presepe di Manarola

Dal momento dell’inaugurazione, alle ore 17 del giorno 8 dicembre, il Presepe di Manarola verrà illuminato tutti i giorni, sempre dalle ore 17 alle ore 22, fino a fine gennaio, e il Parco Nazionale delle Cinque Terre è solito pianificare una serie di tour guidati attraverso questo vigneto molto speciale.

Se vuoi solo ammirare il Presepe senza partecipare a eventuali escursioni guidate, dopo aver visitato il borgo di Manarola e la sua splendida marina, ti consigliamo di raggiungere la piazza antistante la chiesa, da cui avrai un’ottima visuale e dopo cena anche sufficiente spazio per installare un cavalletto portatile e scattare memorabili foto in notturna.

Mario, il creatore del presepe di Manarola

Mario Andreoli è il creatore, l’anima e il cuore del Presepe che da anni illumina le Cinque Terre e i suoi abitanti e richiama visitatori da ogni dove. Mario è un uomo gentile e appassionato, che con determinazione ha dato vita e portato avanti questo gigantesco progetto: il più grande presepe del mondo.

Il presepe di Mario partì con un primo piccolo passo, con una sola croce installata nel 1961 per mantenere una promessa fatta a suo padre che sognava di veder ricostruita l’antica croce della Via Crucis al centro del vigneto di famiglia.

Nel 1962 Mario aggiunse le due croci laterali e l’anno successivo il Presepe con la Sacra Famiglia. Natale dopo Natale iniziò poi ad aggiungere pastori, pecore, agnelli e infiniti altri personaggi e dettagli costruiti con materiale di recupero e illuminati passando e tirando chilometri di cavo elettrico.

Un’opera maestosa per questo meraviglioso dono di Mario Andreoli alle Cinque Terre e a chi le ama.

*immagine di copertina, © Carlo Alberto Conti

I percorsi naturalistico letterari del Parco Letterario Eugenio Montale

Il Parco Letterario Eugenio Montale

Il Parco Letterario® Eugenio Montale, uno spazio en plein air dove l’aggettivo letterario indica un luogo diffuso e al tempo stesso circoscritto che copre tutto il territorio delle Cinque Terre, è nato nel 2015, in collaborazione con i Parchi Letterari® Italiani ed Europei.

Il Parco propone anche quest’anno un ciclo di passeggiate ed escursioni scandite da letture di versi e approfondimenti su storia e natura locali, a cura del naturalista Carlo Torricelli e dell’esperta di Montale Cristina Currarini. 

Parco Letterario® Eugenio Montale
© Archivio Farabola

I percorsi naturalistico letterari del Parco Eugenio Montale sono gratuiti, ma riservati ai soli possessori della Cinque Terre Card. Il numero massimo di partecipanti è fissato a 15 ed è richiesta la prenotazione tramite e-mail. Insieme alla conferma vi verrà inviato il disciplinare Anticovid, da restituire via mail firmato e sottoscritto per accettazione.

Per partecipare occorre indossare calzature adatte alla camminata su sentieri e ne approfittiamo per consigliarvi di leggere i nostri spunti pratici per fare trekking in sicurezza e godendone appieno.

I percorsi naturalistico letterari del Parco Letterario Eugenio Montale

  • 1 agosto alle ore 9:30: versi all’ombra del gigante. Una passeggiata tra le due ville di proprietà della famiglia Montale, Villa Montale e Villa La Vecchiona, il promontorio del Mesco, fino al “Purtigiun”, tra i luoghi dell’infanzia e dell’adolescenza del poeta. La camminata dura 2 ore circa e parte dall’Info Point del Parco presso la stazione di Monterosso.
  • 11 agosto alle ore 18:00: da Monterosso a Punta Corcone, ascoltando la lettura e il commento di versi classici e noti di Montale legati al paesaggio e al mare, ammirando il tramonto. La camminata dura 2 ore circa e parte dall’Info Point del Parco presso la stazione di Monterosso.
  • 12 agosto alle ore 9:30: Manarola, tra terra e mare. Un percorso ad anello attraverso il piccolo promontorio fino a Punta Bonfiglio, accompagnati dai versi di Montale. La camminata dura 2 ore circa e parte dall’Info Point del Parco presso la stazione di Manarola.
  • 18 settembre alle ore 15:00: i vendemmiati clivi, da Volastra a Corniglia. Un’escursione dal sagrato del Santuario di Nostra Signora della Salute a Volastra fino al borgo di Corniglia, lungo i sentieri panoramici 586 e 587. La camminata dura 3 ore circa e parte dall’Info Point del Parco presso la stazione di Manarola.
  • 19 settembre alle ore 9:30: passeggiata tra il convento dei Cappuccini e Buranco. Da Piazzale Belvedere, la terrazza affacciata sul mare nel centro storico di Monterosso, il percorso si snoda in salita attraverso “i zii di frati” sul colle di San Cristoforo fino al Convento dei frati Cappuccini per poi scendere attraverso l’antica Via Buranco fino alla Chiesa di San Giovanni Battista. La camminata dura 2 ore circa e parte dall’Info Point del Parco presso la stazione di Monterosso.
  • 23 ottobre alle ore 8:30: albero creatura meravigliosa. Una camminata tra i santuari di Nostra Signora di Soviore e Nostra Signora di Reggio, ponendo gli alberi tipici e la flora locale al centro, anche del percorso letterario. La camminata dura 4 ore circa e parte dall’Info Point del Parco presso la stazione di Monterosso, da cui si partirà alla volta di Soviore con un bus di linea. L’arrivo è a Vernazza.

In caso di condizioni meteo avverse ovviamente il programma potrebbe subire cambiamenti e l’escursione potrebbe anche essere annullata.

Cinque Terre, un paesaggio umano

Cinque Terre Walking Park

Le Cinque Terre sono un paesaggio umano, nel senso che se fosse per la natura qui sarebbero solo scogliere scoscese sferzate dal mare e boschi a monte.

L’uomo alle Cinque Terre non ha solo costruito insediamenti e poi borghi, ma ha plasmato il paesaggio modellandolo e creando i terrazzamenti che rendono questa fascia di costa così speciale e identitaria.

La mostra permanente “Cinque Terre, un paesaggio umano”

Per tutto il mese di agosto il Castello di Riomaggiore sarà aperto quotidianamente, dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 15 alle 18, come centro informazioni turistiche, ma anche e soprattutto come sede della mostra permanente Cinque Terre, un paesaggio umano.

Cinque Terre, un paesaggio umano

La mostra, patrocinata dal Comune di Riomaggiore, è stata realizzata grazie al contributo del Parco Nazionale delle Cinque Terre – Area Marina Protetta e al prezioso lavoro dei volontari.

Il progetto e i testi della mostra sono stati curati da Attilio Casavecchia, mentre le immagini sono di Anselmo Crovara, del Museo della Memoria, e di Walter Bilotta, che ha curato anche il progetto grafico, e Doriano Franceschetti.

Testi e immagini sono stati elaborati al fine di divulgare storia e cultura locale, far conoscere in modo più approfondito il paesaggio delle Cinque Terre e agevolarne la comprensione, trattando in maniera particolareggiata il territorio di Riomaggiore.

Per i maggiori di 12 anni è previsto un biglietto di ingresso dal costo di 1€, mentre la mostra è gratuito per bambini, disabili e per i residenti del Comune di Riomaggiore.

Un mare di libri a Monterosso

Un mare di libri, Monterosso al Mare

Cosa fare dopo cena alle Cinque Terre? Tra le proposte, torna Un mare di libri a Monterosso, a cura del giornalista e scrittore spezzino Marco Ferrari. La V edizione vedrà appuntamenti letterari da luglio a settembre, spaziando dalla saggistica alla narrativa italiana.

Un festival letterario fatto di incontri con gli autori e appassionante dialogo e scambio con i lettori, organizzato dal Comune di Monterosso al Mare e dal Consorzio Turistico Cinque Terre, con il sostegno del Parco Nazionale delle Cinque Terre e dei Cantieri Navali San Lorenzo e altri sponsor e sostenitori del territorio.

Il programma di Un mare di libri

Gli incontri hanno luogo alle 21:30 presso il suggestivo Molo dei Pescatori e in caso di mareggiata vengono spostati in piazza Garibaldi, nel centro storico.

Gli eventi sono gratuiti e non è necessaria la prenotazione. L’apertura dei luoghi di evento è alle ore 20.30. La capienza massima è di 200 posti a sedere e 30 in piedi.

Come arrivare a Monterosso

Ti consigliamo il treno. I regionali effettuano fermata in tutte le stazioni tra La Spezia e Levanto e anche se dormi a Riomaggiore, la più lontana delle Cinque Terre da Monterosso, potrai esserci in pochi minuti, rientrando tranquillamente a fine evento.

Per informazioni su orari e biglietti, puoi consultare la pagina che abbiamo dedicato agli spostamenti in treno alle Cinque Terre.

© Un mare di libri, Monterosso al Mare

Per maggiori informazioni ti invitiamo a seguire la pagina Facebook dell’evento o scrivere all’organizzazione.

Buona lettura e buon incontro letterario!

Superiponti

Superiponti – Percorso fotografico attraverso i ponti di Manarola

Superiponti, un percorso fotografico attraverso i ponti della Manarola che fu.

Quest’anno l’Associazione Culturale Radici ha scelto di ripercorrere la storia di Manarola attraverso una sua peculiarità che il progresso ha cancellato: i ponti.
Sorta lungo le sponde del canale Groppo, fino a non molti anni fa, la stretta via principale si intrecciava con il corso del canale fino a raggiungerne la foce.

Dalla ricerca di spazi e di una nuova vita meno faticosa è scaturito un graduale processo di copertura, già completato nel borgo di Riomaggiore, che ebbe inizio a valle negli anni ’50 e che lentamente ha risalito il corso del torrente per congiungersi alla fine degli anni ’70 con la nuova strada carrozzabile.

La mostra Superiponti

Attraverso i codici QR presenti lungo il percorso, i visitatori potranno osservare sul proprio dispositivo gli antichi scorci del paese e le attività che li caratterizzavano: dalle vendemmie, al lavaggio dei panni, dal trasporto con le mule alla gioia dei grandi eventi di famiglia, passando per le opere di alcuni artisti che hanno fatto visita al nostro paese.

Sul piazzale della chiesa, nell’Oratorio, ogni giorno dal 29 agosto al 13 settembre, dalle 16 alle 19, è aperta al pubblico la mostra fotografica sul tema.

L’associazione culturale Radici

Superiponti è un appuntamento a cura dell’Associazione culturale Radici, che ha lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale dei borghi delle Cinque Terre per tramandare alle future generazioni la tradizione e l’anima di questo luogo; conservare e catalogare il patrimonio fotografico e storico esistente al fine di creare un osservatorio sul paesaggio che ne evidenzi la sua trasformazione nel tempo e ne consenta la conservazione e creare una presenza su internet degli aspetti più autentici della cultura locale.

Live Cinque Terre Music Festival

Live Cinque Terre Music Festival a Riomaggiore

Nella seconda metà di agosto sarà tempo di Live Cinque Terre Music Festival a Riomaggiore: per cinque sere consecutive Piazza del Vignaiolo ospiterà il principale intrattenimento dell’estate riomaggiorese.

Le luci si riaccenderanno sotto il cielo stellato a illuminare un palco pieno di artisti accomunati dal desiderio di riportare la musica e il teatro nelle strade di Riomaggiore

Il Live Cinque Terre Music Festival

Il Live Cinque Terre Music Festival, patrocinato dal Comune di Riomaggiore, è organizzato da SDG Entertainment in collaborazione con Live Cinque Terre e la Squadra di Calcio Riomaior 2019 e segue la direzione artistica di Stefano Di Gangi che negli anni passati ha già avuto modo di esprimersi attraverso manifestazioni culturali e di successo tra cui Budoir Circus nell’ambito della Notte Bianca del 2013 e l’indimenticabile Briomaggiore, il festival di jazz & musica dal fortissimo richiamo turistico che è entrato di diritto nella storia delle Cinque Terre. 

La programmazione, pensata per un pubblico eterogeneo di adulti e bambini, vedrà la partecipazione di un’importante compagnia teatrale affiancata da artisti locali, ma non per questo meno virtuosi, che si esibiranno tra lirica, musica pop e leggera e sonorità blues.

Gli spettacoli saranno tutti gratuiti grazie al fondamentale contributo di molte attività del paese che hanno reso possibile questa grande magia.

Il programma del Live Cinque Terre Music Festival

19 agosto

Ad aprire la rassegna il 19 Agosto alle 22:30 sarà il tenore Eros Lombardo che, in occasione della presentazione del suo album “Terra mia. Il tenore delle Cinque Terre” e di alcuni brani inediti tratti da esso, delizierà il pubblico interpretando le arie più classiche di Giacomo Puccini quali E lucevan le stelle dalla Tosca e Nessun dorma dalla Turandot.

Protagonista di rilievo sarà un genere che ormai è entrato nel nostro dna e che appassiona tutte le età: arriva il musical, portato in scena dalla Compagnia Teatro Giovani Torrita che nelle serate del 19, 20 e 21 agosto, presenterà tre spettacoli, tra cavalli di battaglia e inediti.

Le Adorabili Scanzonette del 19 Agosto, per la regia di Giulio Benvenuti e con la direzione musicale di Giovanni Giannini, è interpretato da Martina Bardelli, Emma De Nola, Lisa Lucchesi e Mikela Rebua. Quattro amiche che attraverso i più celebri successi musicali degli anni ’50 e ’60, ci racconteranno i sogni, le paure e le speranze di un passato caro a tutti noi.

Tra amori rubati, intrecci e scaramucce tra amiche, scopriremo ben presto che queste “Scanzonette” non sono poi così “Adorabili”, e soprattutto che, per quanto ci provino, non rispettano i canoni della donna perfetta tanto raccontata in quegli anni. Uno spettacolo divertente ed interattivo che lascerà sul pubblico un sorriso sincero.

20 agosto

Sarà la stessa compagnia a proporre per la mattina del 20 Agosto dalle 9 alle 11:30 uno stage di trascinanti coreografie ispirate al famoso show “La piccola bottega degli orrori” che poi i partecipanti avranno modo di riproporre la sera del 21 animando dalla platea lo spettacolo come nelle migliori performance diventate ormai rituali alle rappresentazioni dei più celebri musical americani (lo stage si rivolge ai “bambini” dai 0 ai 99 anni e ha un costo di 15 Euro a persona su prenotazione telefonando al 336 688 6604).

Dalle 21 sarà poi la volta di Le fiabe di John, il duo acustico composto da Chiara Galeotti alla voce e Francesco Petacco alla chitarra con un vasto repertorio tra sonorità soul, jazz, blues, tutto rivisitato in chiave acustica e ‘personalizzato’ anche grazie all’utilizzo di synth.

Alle quattro interpreti si aggiungeranno Alessandro Bartolini e Valeria Cleri in Mi racconti una favola?,  con brani e colonne sonore tratti dai lungometraggi firmati Disney: una serata ricca di sorprese, parole, musica e divertimento per i piccoli ma soprattutto per quei grandi che avrebbero voglia di stare ad ascoltare ancora una volta la magia delle favole.

21 agosto

Alle 22:30 va in scena Kisses from Broadway una pièce ispirata al mondo del teatro musicale d’oltreoceano. A Chorus Line, Mamma mia!, Cabaret, Rent, Les miserable, Wiked, Cats, Jekill e Hyde, Chicago… sono solo alcuni dei titoli che gli artisti in scena affronteranno per garantire allo spettatore un intrattenimento di altissimo livello.

22 agosto

La soprano Angela Queni proporrà alle 22:30 una serata dal titolo “Nella fantasia, la magia della musica” in cui, con grandissima disinvoltura, si muoverà tra famosi brani lirici e di musica leggera senza retrocedere davanti a inaspettati inserti come un omaggio al grande maestro Ennio Morricone da poco scomparso e coreografie ritmiche e contemporanee da parte di ospiti speciali. 

23 agosto

A chiudere il Live Cinque Terre Music Festival un grande ritorno, quello di Cinzia Lombardi che alle 22:30 ci delizierà con una serata dal titolo evocativo “Le mille bolle blu” in cui ripercorrà famosissimi brani dagli anni ’60 a oggi, spaziando tra Mina e i Beatles grazie a una voce dal timbro unico che l’ha condotta negli anni alle finali di Castrocaro Terme, Sanremo Giovani e in numerose trasmissioni televisive e sale di incisione per importanti etichette musicali.

Seguirà una selezione musicale di Brux dj. Non fatevi però ingannare dalla parola. “Niente discoteca. Si tratterà di un intrattenimento musicale soft d’ascolto”, ribadiscono gli organizzatori che per tutte le serate del festival saranno impegnati a garantire il rispetto delle misure di contenimento contro la diffusione del Covid. 

La Compagnia Teatro Giovani Torrita

Due parole sulla Compagnia Teatro Giovani Torrita, un’associazione culturale nata nel 1997 con l’intento di stimolare e sostenere la diffusione dell’arte e della cultura teatrale in ogni sua forma ed espressione, con particolare riferimento al teatro musicale.

La Compagnia è diventata negli anni un vero e proprio centro di produzione amatoriale e semiprofessionale, che ha portato sulle scene regionali e nazionali molti cult del musical come Forza Venite Gente, Joseph and the Amazing Technicolor Dreamcoat, Il Fantasma di Canterville, Jesus Christ Superstar, e ha proseguito il suo impegno sociale con il progetto di cooperazione internazionale con il popolo palestinese “Terre di Toscana. Strumenti per la pace” con lo spettacolo Make Musical Not Wall.

Dal 2009 ha iniziato la collaborazione con Fabiola Ricci, alla quale è stata affidata la regia dei nuovi spettacoli The Rocky Horror Experience, All That Musical e The Wedding Singer, con il quale la Compagnia si è aggiudicata il primo posto come miglior spettacolo musicale al Festival Nazionale del Teatro Nuovo di Milano.

Oggi la Compagnia gestisce la stagione del Teatro degli Oscuri di Torrita, attraverso la direzione di Laura Ruocco, e si realizza come centro formativo nell’Accademia SpazioMusical, dove amatori e professionisti si incontrano per approfondire le competenze di canto, danza e recitazione, attraverso stage, masterclass e lezioni.

Manaèarte, una mostra collettiva

Manaèarte, una mostra collettiva che riunisce e celebra i tanti e variegati artisti manarolesi

Torna Manaèarte!

Si rinnova presso l’oratorio dei Disciplinati a Manarola, detto anche oratorio della Santissima Annunziata, la tradizione di Manaèarte, una mostra collettiva che omaggia e presenta gli artisti manarolesi.

L’esposizione inaugura sabato 18 luglio alle ore 18 e sarà aperta quotidianamente fino al 26 luglio, dalle 16 alle 19. Durante la mostra sarà inoltre visitabile l’antico mulino restaurato dall’associazione culturale Radici!

L’oratorio, edificato nel XV secolo, si trova in piazza Innocenzo IV, la piazza principale nella parte alta di Manarola, vicino alla torre campanaria e alla chiesa di San Lorenzo, che ti invitiamo a visitare.

L’associazione culturale Radici

Manaèarte è un appuntamento a cura dell’Associazione culturale Radici, che ha lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale dei borghi delle Cinque Terre per tramandare alle future generazioni la tradizione e l’anima di questo luogo; conservare e catalogare il patrimonio fotografico e storico esistente al fine di creare un osservatorio sul paesaggio che ne evidenzi la sua trasformazione nel tempo e ne consenta la conservazione e creare una presenza su internet degli aspetti più autentici della cultura locale.

Feste e festività alle Cinque Terre

Santuario di Montenero

Feste e festività alle Cinque Terre non mancano, tra feste patronali, feste presso i cinque santuari, sagre e altri eventi che raccontano e tramandano le tradizioni locali o ne esaltano le peculiarità e il territorio.

Di seguito ne trovi un sunto, ma evento dopo evento te li racconteremo nel dettaglio.

Presepe Luminoso di Manarola
© Carlo Alberto Conti

Festività ed eventi in inverno alle Cinque Terre

A dicembre si tiene l’ormai celebre presepe luminoso a Manarola. Un sogno che Mario Andreoli ha trasformato in progetto e regalato ai suoi concittadini e al mondo intero. Oltre 15 mila lampadine per dar vita ai 250 personaggi della la Collina delle Tre Croci. Un presepe unico, che incanta dal giorno dell’Immacolata fino a fine gennaio.

Un altro evento decisamente speciale è il Natale subacqueo di Vernazza, con nascita del Bambin Gesù nelle acque del piccolo golfo allo scoccare della mezzanotte e messa natalizia a seguire.

Passando dal religioso al decisamente sportivo, l’ultima settimana di marzo si tiene lo Sciacchetrail, un evento che ha creato e celebra il connubio tra il nostro prezioso vino Sciacchetrà e il trail running. Un evento per sportivi e appassionati e un circuito che unisce i cinque borghi e i loro santuari, lungo 47 km per 2.600 metri di dislivello.

In primavera

Con la Santa Pasqua si inaugura la stagione di festività presso i Santuari delle Cinque Terre, mentre a maggio inizia quella delle sagre.

La seconda domenica di maggio il santuario della Madonna di Reggio a Vernazza celebra la Festa del Cristo, con una suggestiva processioni e tradizioni culinarie ben precise.

A metà maggio Monterosso festeggia i limoni, con l’omonima sagra che colora di giallo e profuma di questo agrume i caruggi e le piazze del borgo per tutto un fine settimana. Limoncino, crema di limoni, marmellata e torta al limone vengono degustate da un capo all’altro del paese ed eventi organizzati fino a sera.

In estate

In occasione del Corpus Domini a Monterosso, oltre alla Santa Messa e alla processione, gli abitanti del paese decorano le vie del borgo con la tradizionale infiorata.

Sempre a giugno e sempre a Monterosso per la Sagra dell’acciuga fritta: le famose acciughe di Monterosso vengono fritte nella caratteristica padella in ferro a forma di pesce, abbinate agli sgabei e servite con il vino bianco delle Cinque Terre. Anche in questa occasione non mancano gli eventi collaterali organizzati in paese!

Il 23 e 24 giugno sempre a Monterosso si celebra poi la Festa Patronale di San Giovanni Battista, con tradizionale falò di San Giovanni in spiaggia il 23, processione, fiera, e suggestivi lumini in mare il 24.

Il 24 giugno anche Riomaggiore festeggia San Giovanni, anche qui patrono. È prevista una tradizionale processione, spesso accompagnata da un’esibizione di opere realizzate con gessetti colorati dei Madonnari.

Il 29 giugno si festeggia invece il santo patrono di Corniglia, con la festa dei Santi Pietro e Paolo. In questa occasione religione, tradizione e storia si incontrano e la sagra di paese culmina con il dolce tipico della festa, la rinomata Torta dei Fieschi, in ricordo del passato dominio della famiglia genovese.

Il 7 luglio presso il santuario della Madonna di Soviore a Monterosso si celebra la Festa del Ritrovamento della Pietà venerata presso il santuario.

Il 20 luglio è festa a Vernazza, in occasione di Santa Margherita di Antiochia. Sono previste processione, banchetti nella via principale, giochi tradizionali per i bambini, musica e fuochi d’artificio la sera.

La prima domenica di agosto sempre a Vernazza si fa festa al Santuario di Nostra Signora di Reggio.

Il 10 agosto a Manarola è invece celebrata la Festa di San Lorenzo, con processione nelle vie del paese e anche in barca!

In autunno

Il giorno 8 settembre a San Bernardino, frazione di Corniglia e sede del suo santuario, si celebra la festa di Nostra Signora delle Grazie, comune anche ai santuari di Soviore e di Montenero.

Sempre a settembre, Monterosso festeggia nuovamente il suo pescato tipico con la Sagra dell’acciuga salata, che si può degustare nei numerosi banchi gastronomici sparsi per il paese e che è sempre accompagnata da eventi collaterali che animano il borgo e garantiscono momenti speciali.